Migranti al porto di Salerno, De Luca: “Ieri operazione quasi clandestina”

Il governatore è tornato a parlare della vicenda della nave Ocean Viking con a bordo 387 migranti, di cui una cinquantina positivi al Covid

“Credo che non sia accettabile nessuno sbarco né nel porto di Salerno né di Napoli, chiariamolo bene da subito. Mi dicono che non ci sono in previsione altri sbarchi, ma chiariamo che non li accetteremo”. A dirlo il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in relazione alla vicenda della nave Ocean Viking di una Ong, arrivata ieri a Salerno con a bordo 387 migranti, di cui una cinquantina positivi al Covid (vai all’articolo). De Luca aveva chiesto di sospendere le operazioni di sbarco ma il suo appello non è stato accolto dalle autorità preposte.

“Il Comune di Salerno – ha spiegato De Luca – si è fatto carico di bambini non accompagnati, questo lo abbiamo garantito anche se avevamo dei bambini contagiati. Non ho capito bene dove sono andati gli altri, anche positivi, perché è del tutto evidente che 50-60 positivi su una nave, che stanno assembrati per giornate intere, rappresentano un focolaio. Voglio sperare che tutti quelli che sono stati ricollocati nei vari centri abbiano ricevuto i controlli sanitari necessari per essere tranquilli”.

“La vicenda di Salerno è stata sgradevole – ha sottolineato De Luca –, perché nessuno ha ritenuto di avvertire le istituzioni territoriali dell’arrivo di questa nave, è stata fatta un’operazione quasi clandestina, questo è intollerabile”. In merito a un messaggio da inviare al ministro Lamorgese, De Luca ha affermato: “Bisogna dialogare, informare le istituzioni e collaborare, non fare operazioni sottobanco e all’improvviso. Pongo adesso un problema perché sui quasi 400 migranti sbarcati a Salerno avevamo 50-60 positivi al Covid. Per noi – ha concluso De Luca – accogliere i migranti è un dovere di solidarietà, ma dei doveri di solidarietà non fa parte l’obbligo di accettare i contagi. Questo non può essere chiesto da nessuno”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.