Amalfi, ritorna il servizio di mini bus notturno per le frazioni

A partire da mercoledì 12 luglio il Comune riattiverà la linea di collegamento con le aree periferiche già proficuamente sperimentata in passato

Nuovamente attivi da mercoledì 12 luglio 2023 i collegamenti notturni con le frazioni di Amalfi, su input dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Daniele Milano. Già proficuamente sperimentata in passato, la linea interna garantita dal Comune, consentirà ai cittadini di raggiungere le frazioni di Tovere, Vettica, Lone, Pastena e Pogerola senza essere più vincolati agli orari del trasporto pubblico locale. E così, anche per quest’estate, la società in house Amalfi Mobilità ha predisposto una serie di corse notturne da e per le zone periferiche del territorio comunale che saranno effettuate con il minibus impiegato quotidianamente sulla linea interna Piazzale dei Protontini – Valle dei Mulini.

“E’ un servizio che rappresenta un valore aggiunto per le frazioni ed una valida alternativa per i più giovani e le famiglie.  afferma il Sindaco Daniele Milano –  L’Amministrazione Comunale, dopo i risultati della felice sperimentazione avviata prima della pandemia, ne ha fortemente voluto il ripristino anche per questa estate andando incontro alle esigenze di quanti hanno necessità di muoversi da e verso i borghi di Amalfi”.

Per l’intera estate, il minibus di Amalfi Mobilità svolgerà, dunque, servizio notturno con 6 corse in partenza tutti i giorni da Piazza Flavio Gioia: due per Tovere e altrettante per Vettica e Pogerola. Questi gli orari predisposti dalla società Amalfi Mobilità, retta dall’Amministratore unico Antonio Vuolo:

Amalfi – Tovere: 22.20 – 00.20;

Tovere – Amalfi: 22.40 – 00.40;

Amalfi – Vettica: 23.05 – 1.05;

Vettica – Amalfi: 23.20 – 1.20;

Amalfi – Pogerola: 23.35 – 1.35;

Pogerola – Amalfi: 23.55 – 1.55.

Il costo del biglietto, acquistabile a bordo, sarà di 4 euro a corsa, con agevolazione per i residenti che pagheranno invece 1 euro. Restano garantite anche per questo nuovo servizio le esenzioni già previste per la mobilità interna (come ad esempio per i residenti con più di 65 anni).

Autore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.