Al via l’iniziativa “Pio Monte in Rete per Napoli: dona un buono acquisto”

La grande emergenza sanitaria non ferma le attività di assistenza promosse dal Pio Monte della Misericordia: buoni acquisto, fundraising Il sostegno ai bisognosi, in ogni sua manifestazione, è l’impegno costante che viene esercitato dal Pio Monte sia con interventi diretti, sia sostenendo le attività di Associazioni riunite nella “Rete” promossa dal Pio Monte. Con la collaborazione dei Parroci di Santa Caterina a Formiello, di San Giovanni a Carbonara, dei SS Apostoli e di Santa Maria degli Angeli alle Croci, della Comunità di Sant’Egidio, oltre che dell’Associazione Riario Sforza della “Rete” del Pio Monte della Misericordia, si è dato il via all’iniziativa “Pio Monte in Rete per Napoli: dona un buono acquisto”, il programma di sostegno in generi alimentari, e non solo, tramite la distribuzione di buoni acquisto da spendere presso supermercati

Pasqua e Pasquetta militarizzate. De Luca chiede altri 300 militari

Piano della Polizia municipale per evitare assembramenti Napoli, 2 aprile - Il lungomare Caracciolo, piazza Plebiscito, piazza Trieste e Trento, i perimetri dei tradizionali luoghi d'arte di Napoli e gli accessi alle strade che conducono fuori città saranno particolarmente attenzionati dalla polizia municipale nei giorni di Pasqua e soprattutto di Pasquetta. "Nei giorni di Pasqua e soprattutto di Pasquetta la nostra attenzione sarà centrata in particolare a presidio di quei luoghi che tradizionalmente sono di maggiore aggregazione - spiega all'ANSA, il comandante della polizia locale, Ciro Esposito - viste le disposizioni non dovremmo preoccuparci di presidiare i parchi che sono già chiusi dal dpcm e quindi potremo concentrare le unità nelle zone a maggior rischio". In media la polizia municipale di Napoli

Coronavirus: in Campania finora 148 morti

Ammontano a 15.728 il totale dei tamponi effettuati Napoli, 1 aprile - Sono 2.231 i casi di coronavirus registrati in Campania dall'inizio dell'epidemia, 148 i deceduti, 107 i guariti di cui 38 completamente e altri 69 clinicamente, 15.728 il totale dei tamponi effettuati. Sono i dati forniti dall'Unità di crisi della Regione Campania, che si riferiscono al riparto provinciale dei tamponi elaborati alle 23.59 di ieri, numero decessi e numero guariti che risultano a quell'ora. Mentre, nella tarda serata di oggi, sarà fornito il Bollettino aggiornato alle ore 22.00 con il totale complessivo dei tamponi e dei positivi del giorno. Nella provincia di Napoli sono 1.161 i casi registrati di cui 507 in città e 654 in provincia; a Salerno i casi

Coronavirus, primo guarito al Sud con Remdesivir

Farmaco anti Ebola usato con successo dall'Unità operativa di Malattie infettive dell'ospedale di Caserta Caserta, 31 marzo - Non solo i cinque pazienti guariti con il farmaco contro l'artrite reumatoide, il Tocilizumab, ma anche il primo e unico del Sud Italia uscito da una situazione di estrema gravità grazie al Remdesivir, un antivirale attualmente non in commercio usato per infezioni da virus potenti come l'ebola. All'azienda ospedaliera di Caserta si continuano a sperimentare i nuovi farmaci a disposizione per combattere i contagi da Covid-19. Ma se il Tocilizumab, provato con successo al Cotugno di Napoli e già usato in altri ospedali italiani, è ormai una realtà, il Remdesivir ad oggi è stato usato con il contagocce. "Non so se altri ospedali del

Al Cardarelli avviati i test rapidi

Primo screening per medici e operatori esposti a rischi contagio Napoli, 31 marzo - Al via i test rapidi all'ospedale Cardarelli di Napoli. In seguito all'approvazione da parte dell'Unità di Crisi regionale della procedura operativa per i test rapidi, il Cardarelli ha provveduto, attraverso una comunicazione interna, a organizzare lo screening sul personale, a cominciare da medici, infermieri e tutti i sanitari e non maggiormente a rischio contagio. I primi sono stati quelli in forza all'Unità Covid attivata nel Cardarelli, a cui è seguito il personale impegnato nei percorsi Covid, al Dea (Dipartimento di emergenza ed accettazione) e al di fuori del Dea. Nei prossimi giorni, si andrà avanti con i test rapidi sino ad effettuare i test su tutto il personale.

Coronavirus, arriva la Spesa Sospesa

L'iniziativa per raccogliere alimenti, farmaci e altri beni di prima necessità donati in favore dei più bisognosi Napoli, 31 marzo - Parte oggi nella IV Municipalità di Napoli la "Spesa Sospesa", per permettere a chi vuole donare alimenti, farmaci e altri beni di prima necessità a chi in questo momento complesso ne ha più bisogno di poterlo fare con semplicità, grazie al supporto degli assistenti sociali e di Gesco. "La Municipalità - spiega il Presidente della IV Municipalità Giampiero Perrella - quale istituzione più vicina ai bisogni concreti del cittadino non poteva non fare la sua parte. Abbiamo optato così per un modello semplice, trasparente e collettivo che offra ad ogni cittadino che vuole contribuire la possibilità di aiutare migliaia di famiglie e persone

Ischia, sorrisi e volontariato: così funziona la rete di solidarietà

Una rete di associazioni al servizio di anziani, disabili, famiglie bisognose e malati Il cuore di Ischia per contrastare la crisi legata al Covid-19. Una rete di associazioni, più di trenta volontari impegnati tutti i giorni, il sostegno di imprenditori e famiglie solidali: nei giorni in cui il sistema sanitario combatte per contenere il contagio da coronavirus, l’isola scopre il valore della solidarietà. In prima linea Insula Spei, Caritas, Catena Alimentare, Servizio umanitario ASSI, Mensa del Sorriso, Punto D, La Casa dei Bambini e Associazione Nazionale Carabinieri. Il numero verde 800 96 0528, gestito dalla cooperativa Eco, è attivo sin dai primi giorni dell’emergenza: a titolo gratuito, vengono consegnate a domicilio la spesa e i medicinali agli anziani over 70 residenti non autosufficienti

Napoli, in 700 in fila per la mensa dei poveri

Controlli dei Carabinieri con il supporto in volo dell'elicottero del 7° Nucleo Elicotteristi di Pontecagnano Continuano i servizi di controllo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli per evitare assembramenti, questa mattina anche con il supporto in volo dell'elicottero del 7° Nucleo Elicotteristi di Pontecagnano. Particolare attenzione per le mense che garantiscono pasti ai più bisognosi e che oggi prevedono la somministrazione di centinaia di pasti. Presso la mensa del centro di accoglienza "Elia Alleva", sita all'interno della basilica Santuario del Carmine Maggiore, i carabinieri della stazione di Borgoloreto hanno garantito l'ordine durante la fila che anticipa l'ingresso nei locali dove vengono serviti pasti: 700 quelli in distribuzione oggi. I militari, oltre a garantire assistenza durante l'afflusso e il deflusso, hanno realizzato

Raccolta per i poveri alla Mostra d’Oltremare

de Magistris, da domani massiccio potenziamento azioni Napoli, 29 marzo - La Mostra d'Oltremare sarà il luogo in cui il Comune di Napoli convoglierà tutti i generi di necessità, dagli alimenti alle medicine, che donatori pubblici e privati, enti e persone fisiche, intendono mettere a disposizione dell'amministrazione per consegnarli a chi è in difficoltà. Lo annuncia in un post facebook il sindaco, Luigi de Magistris, che aggiunge: ''Da domani ci sarà un massiccio potenziamento dell'azione della macchina organizzativa nel contrasto alle povertà. La splendida catena di solidarietà che si è messa in cammino troverà la sua logistica lì dove poi sarà cura della nostra task force procedere alla distribuzione ai bisognosi, con la massima rapidità, attraverso i dipendenti comunali e delle partecipate,

Questa notte alle 2 torna l’ora legale

Da domenica 29 marzo a domenica 25 ottobre 2020 Alle 2:00 di questa notte, domenica 29 marzo 2020, le lancette degli orologi si dovranno spostare avanti di un'ora. Si dormirà un'ora in meno, ma in compenso avremo più luce durante il giorno. L'ora legale durerà fino a domenica 25 ottobre 2020, quando rientrerà in vigore l'ora solare. Nel 2019, secondo quanto dichiarato da Terna - la società che gestisce la rete elettrica nazionale - si è avuto un risparmio pari a 505 milioni di kWh corrispondente ad un consumo medio annuo di elettricità di circa 190 mila famiglie e minori emissioni di Co2 in atmosfera per 250 mila tonnellate oltre ad un risparmio economico pari a circa 100 milioni di euro.

Questura di Napoli, attenti alle truffe

Affissi avvisi che preannunciano controlli in casa, è truffa Napoli, 28 marzo - In alcuni condomini di Napoli sono stati affissi degli avvisi in cui compare l'intestazione "Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza" con cui si preannunciano controlli nelle abitazioni. Secondo quanto rende noto la Questura di Napoli si tratta di un tentativo di truffa, dal momento che non è stato predisposto alcun documento di questo tipo. La Questura ricorda di non aprire la porta di casa a persone sconosciute e, in caso di dubbi, si invita a contattare subito i numeri di emergenza delle forze dell'ordine.

Coronavirus, primo caso ad Anacapri

Annuncio del sindaco su Fb, è in isolamento fiduciario Capri, 27 marzo - Tampone positivo ad Anacapri per un giovane rientrato il 16 marzo dalla terraferma dove lavora. Si tratta del primo caso sull'isola azzurra. Lo ha annunciato il sindaco Alessandro Scoppa ieri sera con un post pubblicato sull'account facebook dell'amministrazione comunale nel quale spiega: "Il tampone di un nostro concittadino, che lavorava fuori isola, è risultato positivo al Covid-19. Tengo a precisare che all'atto del rientro, lo scorso 16 marzo, ha comunicato che avrebbe osservato il periodo di isolamento fiduciario e che sia nel tragitto fatto per rientrare ad Anacapri che durante il citato isolamento, ha seguito tutte le norme di sicurezza previste dalle vigenti normative, infatti, in tale periodo,

Senza casa e senza cibo

Bar e rosticceria davano loro da mangiare, ora è tutto chiuso Napoli, 27 marzo - "Sono circa duemila, prima erano degli 'invisibili', oggi invece sono gli unici visibili nelle strade deserte". Così Luca Musella, della Comunità di Sant'Egidio descrive gli homeless di Napoli, la cui vita è diventata ancora più difficile al tempo del coronavirus. Italiani rimasti senza nulla, immigrati che avevano piccoli lavori e li hanno persi, anziani se possibile ancora di più abbandonati. Musella insieme agli altri volontari porta loro un pasto la sera, alla stazione di Piazza Garibaldi, nella Galleria Principe, nei parcheggi del Centro Direzionale. "Molti di loro chiedevano l'elemosina - ricorda Musella - altri aiutavano piccoli commercianti a scaricare le forniture, piccole cose che ora non esistono

Coronavirus, morto docente Federico II

65 anni, era ricoverato al Cotugno. Dg, uomo straordinario E' morto Maurizio Galderisi, cardiologo e docente di Medicina Interna all'Università di Napoli Federico II e responsabile del programma Infradipartimentale di Emergenze Cardiovascolari e Complicanze Onco-ematologiche dell'Azienda Ospedaliera Universitaria. Il professore, 65 anni, era ricoverato all'ospedale Cotugno perché contagiato dal coronavirus. "Perdiamo un uomo straordinario che lascia un grande vuoto nelle vite di quanti hanno avuto l'onore di conoscerlo", ha detto Anna Iervolino, direttore generale dell'Azienda universitaria ospedaliera Federico II. "Ho appreso con profondo dolore della scomparsa di Maurizio Galderisi, - ha aggiunto - a mio nome, e a nome di tutto il Policlinico Federico II di Napoli, voglio esprimere vicinanza alla famiglia di un uomo straordinario, che lascia un grande vuoto nelle